ANTONIO PIAZZA

Stampa

Orafo da sempre, ha lavorato con laboratori specializzati a Lugano e a Schaffausen, aprendo in un secondo
momento un personale laboratorio di oreficeria a Varese. La sua professione gli ha permesso di conseguire una manualità peculiare e creativa che, affinandosi con gli anni, gli ha consentito di avvicinarsi alla scultura.
La frequentazione degli studi di scultura di Sara Tornato e Oreste Quattrini lo hanno portato ad una conoscenza piena e matura della materia – a partire da elementi naturali come argilla, legno, ferro, ossidi, smalti e ceramica Raku – ma anche al raggiungimento di un linguaggio espressivo pienamente personale e riconoscibile. La libertà di plasmare e lavorare i materiali lo portano quotidianamente a confrontarsi con risultati figurativi e composizioni astratte.

MOSTRA

PARADOSSALI PAROLE: PROGETTO ARTISTICO A TRE VOCI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione