Maccagno con Pino e Veddasca - Giovedì, 18 Agosto 2022

M Mostre

Natura Madre. Quattro artiste e il difficile equilibrio tra uomo e natura

Il mistero e gli indimenticabili protagonisti di “Diabolik by Enzo Facciolo” se ne vanno in punta di piedi per lasciare la scena ad una nuova mostra allestita nelle suggestive sale del Museo “Parisi Valle” di Maccagno con Pino e Veddasca.

“Natura Madre. Quattro artiste e il difficile equilibrio tra uomo e natura” è il titolo della collettiva di Renata Bonzo, Cristina Bracaloni, Simonetta Chierici e Margherita Leoni, che aprirà al pubblico sabato 26 marzo 2022 alle ore 17:30

Quattro donne, quattro sensibilità diverse, quattro modi di interpretare la Natura con la “N” maiuscola, intesa come madre, fonte di vita, di eleganza, di scoperte, di mondi misteriosi.
Cosa accomuna queste artiste? In primis, l’essere membri dell’A.I.A., l’Associazione Italiana Acquarellisti, nata a Milano nel 1974 con lo scopo di promuovere e diffondere questa affascinante tecnica pittorica. Ma non solo.
E’, soprattutto, il loro particolare e simbiotico legame con la natura a renderle complici e compagne in questa nuova avventura.
Diverse, per ognuna, la formazione e le esperienze che le hanno portate a diventare punte di diamante della pittura ad acquerello.

Renata Bonzo, dopo aver compiuti studi artistici, si è diplomata all’Accademia di Brera per poi intraprendere la carriera dell’insegnamento. Socia fondatrice dell’Associazione Floraviva e illustratrice alla Scuola del Fumetto a Milano, tiene corsi di disegno botanico presso l’Orto Botanico di Brera. Testimone di questa sua pittura estremamente dettagliata e precisa, la serie di acquerelli botanici. Soggetti delle sue numerose opere sono - oltre ai fiori - gli animali e gli incantevoli paesaggi che compongono i diari di viaggi, tra i quali gli schizzi dedicati al Lago Maggiore, come il Chiaro di luna da Campagnano.

Cristina Bracaloni, da oltre vent’anni, si dedica alla pittura ad acquerello, cercando costantemente di sfidare e domare l’acqua e il colore inseguendo emozioni estemporanee e istintive.
Membro dell’A.I.A. dal 2003, ne è stata la vice presidente dal 2007 per diversi anni. Dal 2012 è coordinatrice dell’ECWS (European Confederation of Watercolour Societies), fondata nel 1998 dall’A.I.A. e dall’Associazione belga: un “network” che comprende quattordici Associazioni di acquerellisti provenienti da Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Islanda, Italia, Norvegia, Spagna e Svezia, oltre a circa 5.000 pittori, professionisti.

Simonetta Chierici, biologa, cresciuta nella campagna parmense di Noceto, dopo aver mosso i primi passi con sperimentazioni in metallo e ceramica, si è avvicinata a questa disciplina pittorica più di vent’anni fa, lasciando libero campo al colore e all’acqua che, mischiati tra loro, tracciano paesaggi, alberi, animali e persone che hanno avuto un ruolo particolarmente importante nella sua vita. Parola d’ordine: sperimentare, attraverso nuove tecniche e supporti, alla ricerca del nuovo e dello sconosciuto. Dal 2004 tiene laboratori di studio nella suggestiva Riserva dello Zingaro, a Trapani, un’oasi spettacolare dove la Natura regna sovrana.
Molte sue opere si trovano in Musei, Biblioteche e Fondazioni. Membro della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente di Milano, è stata Presidente dell’A.I.A dal 2014 al 2019.

Margherita Leoni, nata a Bergamo, dopo aver frequentato l’Accademia di Brera, trascorre un lungo periodo - dal 1999 al 2016 - in Brasile.
Questa straordinaria esperienza la porta a studiare e a valorizzare la biodiversità delle foreste spontanee e a indagare il rapporto uomo-natura.
Lo stretto contatto con il mondo naturale le permette di percepire e capire l’importanza di ciascun elemento. Nel 2008 con il Progetto Nostro Paradiso, grazie alla tecnica digitale, rielabora e sovrappone acquerelli componendo scenari di grandi dimensioni, come se la Natura Madre accogliesse l’uomo nel suo ventre. Esempio è la straordinaria creazione di Palpitazioni - Parvenze, dove le immagini cambiano a seconda della luce che le attraversa, proprio come succede nella vita reale.

Maccagno ha già ospitato, negli scorsi anni, numerose mostre dedicate agli acquerellisti: la Mostra-Estemporanea del 2008; “Emozioni in acquerello” nel 2010, nel 2011 e nel 2012 (settima edizione). Nel 2013, nell’ambito del Festival Internazionale dell’Acquerello, “Ecco gli acquerelli”. Infine, nel 2018, la mostra internazionale “Maccagno in Acquerello”.

L’Amministrazione Comunale e la Pro Loco Maccagno Lago Maggiore attendono i visitatori in questo nuovo, straordinario ed emozionante viaggio che prevede, tra l’altro, incontri con le artiste e laboratori “en plein air”.

“Natura Madre. Quattro artiste e il difficile equilibrio tra uomo e natura” rimarrà aperta dal 26 marzo al 19 giugno 2022.
Venerdì dalle ore 15 alle ore 19; sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 19.
L’ingresso è libero, con numero limitato e secondo le disposizioni di Legge in vigore al momento della manifestazione.
Aperture speciali per gruppi e scolaresche, previa prenotazione.


Video "Natura Madre" le artiste di raccontano

 

 


Non è la prima volta che al Civico Museo Parisi Valle viene proposta una mostra strettamente legata ad elementi naturalistici e il motivo è presto detto: grazie all’arte l’immagine fuggevole e meravigliosa della natura viene fissata e diventa racconto.
Particolari, dettagli del mondo in cui siamo immersi ma che sovente non vediamo, vengono messi in risalto e dialogano con noi, ci invitano a riflettere, attraverso la bellezza sulla loro e nostra fragilità.
Non vi è cornice migliore del nostro Museo, sospeso tra terra, acqua e cielo per accogliere un simile messaggio.
Noi ci sentiamo molti vicini alla tecnica dell’Acquerello, che qui a Maccagno con Pino e Veddasca abbiamo imparato a conoscere grazie all’opera incessante di Giovanni Carabelli, un nostro caro amico che vogliamo ricordare anche in questa occasione.
Alle quattro artiste impegnate quest’oggi nella collettiva che presentiamo, l’augurio più sincero per una esposizione di successo, fatta innanzitutto di incontro con le persone.

Il Sindaco
Fabio Passera

L’Assessore alla Cultura
Elisabetta Cornolò


Civico Museo “Parisi Valle”
Via Leopoldo Gianpaolo 1
21061 Maccagno con Pino e Veddasca (Va)
+39 0332 561202
www.museoparisivalle.it
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pagina Facebook: Civico Museo Parisi Valle
Pagina Instagram: civico.museo.parisi.valle

Orari mostra Natura Madre
Venerdì dalle ore 15 alle ore 19
Sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 19.


Civico Museo “Parisi Valle”
Comitato scientifico e organizzativo

Federico Crimi: curatore scientifico
Giorgio Bianchi: allestimento
Giovanni Colombo: web
Alessandro Fazio: grafica
Costanza Guerri: ufficio stampa

Comune di Maccagno con Pino e Veddasca
Fabio Passera: Sindaco
Elisabetta Cornolò: Assessore alla Cultura:

Pro Loco Maccagno Lago Maggiore
Michele Todisco: Presidente


Locandina (click per ingrandire)

locandina Natura Madre

Mostra in corso

Aperture straordinarie

Lunedì 15 agosto (ferragosto)
dalle ore 10.00 alle 12.00
dalle ore 15:00 alle 19.00

Come raggiungerci

mappa museo

logo museo web white

Civico Museo Parisi Valle
via Leopoldo Giampaolo 1
21061 Maccagno con Pino e Veddasca
tel. +039 0332 561202
e-mail info@museoparisivalle.it

logo proloco

comune MPV

Seguici sui social

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione